clp315

Ribadisco come ho già fatto nel precedente articolo che  questi articoli non vogliono essere assolutamente un attacco nei confronti di qualcuno ne tanto meno incitano a non comprare stampanti samsung a colori,

mi sto limitando solamente ad analizzare i fatti, e questi purtroppo in molti casi risultano essere sfavorevoli per queste stampanti, il problema di una scarsa resa cromatica di cui ho accennato nell’articolo riguardante le clp 300 che è da addebitarsi ai developer non è stato l’unico problema riscontrato, anche se quello più frequente.

In molti casi ci è capitato di clienti che inconsapevolmente continuavano a stampare nonostante avessero la vaschetta di recupero toner piena con il conseguente blocco frequente della stampante, ma questo non è un problema addebitabile a samsung ma è più una cattiva manutenzione dell’utente che dovrebbe sostituire  la vaschetta non appena il software ne segnali il riempimento di polvere  toner anche se in molti furbescamente continuano a svuotarlo fai da te, senza rendersi conto di quanto faccia male respirare quella polvere.

Più delicata è invece  la cinghia di trasferimento di queste stampanti che serve a trasportare la polvere toner che si va a depositare poi sul foglio di carta, infatti basta anche un piccolissimo difetto su questa per causare una qualità di stampa irrimediabilmente scadente.

C’è da dire che nei modelli successivi vedi ad esempio clp315, samsung ha apportato alcune migliorie strutturali alle proprie stampanti sebbene continuino a lavorare sempre con la stessa tecnologia in cui ci troviamo di fronte a toner e tamburo di stampa separati ma perlomeno ci ha tolto davanti le cartucce/toner cilindriche che se da un lato erano belle da vedersi dall’altro in tutta sincerità penso proprio che siano state una delle principali concause dei problemi riscontrati su queste stampanti.

Vi invito comunque a seguire i prossimi approfondimenti riguardanti gli ultimissimi

modelli samsung a colori.

Incoming search terms for the article:

Leave a Reply